Questo Natale non lasciarla sola. Dona ora.

La Fondazione

Come nasce la fondazione

Era il 2012 quando un gruppo di amici si interrogava su come poter rispondere alle pesanti ripercussioni della recente crisi economica sulla società. Il panorama si presentava sempre più cupo: le imprese chiudevano, le famiglie si trovavano a fronteggiare crescenti difficoltà economiche e sempre più persone si trovavano nella posizione di doversi rivolgere ai servizi sociali.

La comunità pordenonese pativa, direttamente o indirettamente. Al suo interno si delineava una nuova categoria di persone vulnerabili, coloro che per un imprevisto rischiavano di cadere sotto la soglia di povertà se non supportati immediatamente. La riduzione dell’orario di lavoro, una separazione, la rottura del mezzo di trasporto o di un grande elettrodomestico, anche piccoli avvenimenti potevano compromettere la stabilità economica di singoli e nuclei familiari.

MISSION

Well Fare Pordenone si adopera per rimuovere gli ostacoli economici e sociali che impediscono alle persone fragili e vulnerabili di vivere una vita soddisfacente. Attraverso le risorse pubbliche e private messe a disposizione dalla comunità e la natura di connettore sociale, la Fondazione attiva percorsi innovativi finalizzati all’espressione delle capacità individuali e alla creazione di rapporti comunitari di fiducia e reciprocità.

 

VISION

Well Fare Pordenone aspira ad una comunità in cui il benessere è comune e condiviso, alla portata di tutti.

Fiducia ed Empowerment

A fronte della nuova vulnerabilità socio-economica, mancava però sul territorio pordenonese un servizio non meramente assistenziale, cioè in grado di generare empowerment, basato su legami di fiducia reciproca, pensato per promuovere la coesione e l’inclusione sociale grazie alla rimozione degli ostacoli economici.
Un servizio che si rivolgesse alle persone vulnerabili garantendo loro una via d’uscita dalla temporanea difficoltà economica e la possibilità di esprimere con consapevolezza le proprie capacità. Lo strumento individuato per questo obiettivo è il microcredito, ovvero un prestito di piccole somme di denaro.

Negli anni è risultato evidente che la forza del servizio di microcredito non si trova espressamente nell’erogazione del prestito, che tocca solo in minima parte i beneficiari del servizio. Piuttosto consiste proprio nell’accoglienza e nell’accompagnamento attento e mirato delle persone fragili affinché acquisiscano gli strumenti necessari per risolvere le proprie difficoltà e reinserirsi nella società.

Fare bene comunità

Fare bene comunità significa riconoscere l’impegno reciproco a favore delle persone vulnerabili, credere nelle capacità di ciascuno, aspirare al benessere comune e condiviso.
Ma significa anche impegnarsi per perseguire gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. La Fondazione si adopera prioritariamente per il GOAL 17 – Partnership per obiettivi, che ben rappresenta l’intuizione originale dei 20 enti fondatori.

Vedi tutti