Storie di Microcredito Sociale: La storia di Barbara

La storia di Barbara

Barbara è la protagonista di una storia di microcredito a lieto fine.

La nostra tutor di microcredito Francesca è venuta a conoscenza della sua situazione grazie alla CoopNoncello con la quale Fondazione Well Fare ha stretto una collaborazione con la volontà di fare rete sul territorio.

Barbara, il cui nome è di fantasia per rispetto della privacy, è nata in un Paese estero dove ha vissuto un’infanzia ed un’adolescenza difficili, in giovane età si è trasferita in Italia ma qui non ha avuto maggior fortuna.

Proprio per le difficoltà incontrate intraprende un percorso psicologico che la aiuti a metabolizzare le situazioni vissute e le permetta di continuare la propria vita con maggior serenità.

In seguito inizia a lavorare in CoopNoncello, dove trova un ambiente accogliente ed una sicurezza economica che le era mancata fino a quel momento.

Grazie alla fiducia che ripone nella cooperativa Barbara si rivolge al suo titolare manifestando preoccupazione per la notifica di una cartella dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione che le è arrivata e insieme decidono di rivolgersi alla Fondazione.

L’intervento della tutor Francesca

Francesca quando la incontra scopre una situazione più gravosa rispetto a quella presentata, in particolare apprende la situazione abitativa della signora che vive in un appartamento fatiscente, sprovvisto di riscaldamento e con una forte presenza di muffa.

Barbara, inoltre, non nasconde una forte sfiducia nei confronti delle autorità e dei Servizi del territorio, a cui si era già rivolta in passato rimanendo delusa.

Francesca si è mobilitata per cercarle un nuovo alloggio, con tutte le difficoltà che il libero mercato immobiliare implica, e per ristabilire un nuovo rapporto di fiducia con la rete di Servizi, utili nell’integrare quelli prestati da Well Fare Pordenone.

É stato attivato il microcredito per aiutarla a pagare il debito contratto con l’Agenzia delle Entrate e con l’Agenzia delle Entrate Riscossione; il prestito, tuttavia, avendo un massimale di 5000 euro per la convenzione stipulata con la CoopNoncello, non avrebbe risolto totalmente la situazione debitoria, pertanto è stato erogato altresì un contributo a fondo perduto alla Caritas Diocesana di Pordenone, permettendo così di appianare tutti i pregressi.

Al momento Barbara vive con il marito, entrambi lavorano e non hanno più situazioni debitorie aperte.

Il monitoraggio economico continua, grazie alla supervisione di Francesca che fornisce alla signora utili consigli quando la situazione lo richiede.

Barbara ha dimostrato un gran forza d’animo, nonostante le difficoltà e gli ostacoli incontrati nel suo percorso non si è mai data per vinta ma è sempre stata pronta a fare tutto il necessario per risollevare la sua vita.