Storie di Microcredito all’avvio d’impresa: Santo il calzolaio

Una storia di rinascita.

Tra i bisogni primari dell’uomo c’è il bisogno di sicurezza, diceva Maslow, e l’occupazione ne è una determinante. In questo contesto potremmo dire che la storia del Signor Santo è sicuramente una dimostrazione concreta di rinascita, riscatto e autodeterminazione. Anche a fronte degli avvenimenti inattesi della vita.

Santo viene dalla Sicilia, ma ha vissuto in molti luoghi ed ha svolto diverse occupazioni prima di trovare la professione della sua vita. Ci ricorda le parole che gli rivolgeva sua moglie: “Santo, se non hai un paio di scarpe in mano non sei felice”. Dopo aver maturato una lunga esperienza di oltre 30 anni come calzolaio, di cui molti trascorsi a Pordenone, Santo decide di spostare il suo negozio a Cordenons. Purtroppo la nuova sede si trova in un luogo poco frequentato e finisce con penalizzare l’attività. Per rilanciarla Santo prende in considerazione un nuovo trasloco, questa volta presso il Centro Commerciale Meduna a Pordenone dove la figura del calzolaio non è ancora presente. Ma ha bisogno di un aiuto economico.

Si rivolge quindi a Fondazione Well Fare Pordenone dove, con il nostro tutor David specializzato nel microcredito all’avvio d’impresa, inizia un percorso di accompagnamento in cui viene analizzato lo stato dell’attività e ne viene verificata la sostenibilità futura. Nel gennaio 2020, grazie a Banca Crédit Agricole FriulAdria gli viene erogato un microcredito finalizzato al sostegno del progetto.

Purtroppo Santo è chiamato a fronteggiare un altro imprevisto, il mese successivo al finanziamento scoppia la pandemia ed è costretto a chiudere temporaneamente il suo locale. Nonostante tutto, l’attività presto riapre e riprende egregiamente. Ora lo potete trovare all’interno del Centro Commerciale Meduna dove offre servizi di calzolaio in modalità “espresso”, ovvero compatibili con i tempi di spesa della clientela presso l’ipermercato: riparazione di ogni natura, pulizia, incollaggio, sistemazione tacco. Con il supporto del tutor David, Santo non solo ha ripensato la propria attività in funzione della nuova clientela, ma affianca al servizio di calzolaio anche il servizio di duplicazione di ogni genere di chiavi, comprensivo di quelle per auto e dei radiocomandi per cancelli e antifurto, auto e moto. Santo non manca mai di ricordare che, sebbene il periodo non sia dei più semplici, la nuova sede nel centro commerciale ha salvato la sua attività:

“Non diventerò ricco, ma ho il mio lavoro e riesco a sostenermi. Se fossi rimasto in paese avrei sicuramente dovuto chiudere”.

Dare fiducia.

La storia di Santo è una storia di successo, non potremmo definirla diversamente. La storia di un uomo con delle capacità che non riusciva ad esprimere a causa degli imprevisti che gli impedivano di affermarsi e, di conseguenza, non permettevano alla sua attività di sostenerlo adeguatamente. Fondazione Well Fare Pordenone si impegna a rimuovere tali ostacoli socio-economici attivando percorsi di accompagnamento che valorizzano le capacità individuali di ciascuno. Così facendo avviciniamo i singoli e le famiglie ad una vita piena e soddisfacente. Santo il calzolaio ne è un esempio.

Buon lavoro, Santo.

 

Santo nella sua bottega