Le forme di violenza contro le donne sono molteplici e spesso ancora poco conosciute. Negli ultimi anni il Comune di Pordenone ha avviato diversi progetti ed iniziative per affrontare questa problematica, grazie anche alla rete creata con istituzioni, enti locali e stakeholder del territorio.

Recentemente si è rilevato il diffondersi di casi di nuove forme di violenza di genere, tra cui quella economica che si è acutizzata con la pandemia. Per questo motivo il giorno 22 luglio è stato presentato in Conferenza Stampa, convocata dall’Assessore alle Pari Opportunità Guglielmina Cucci, il progetto “Azione di sistema per prevenire la violenza economica contro le donne” – finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia – che avrà luogo fino a giugno 2023.

Problematiche e destinatari

Diverse sono le problematiche individuate e che richiedono un’azione risolutiva:

  • La mancanza di un quadro complessivo degli interventi realizzati localmente per prevenire e contrastare le forme di violenza economica;
  • La necessità di aumentare l’attenzione dei media, della società locale e dell’opinione pubblica in merito;
  • Una scarsa consapevolezza da parte delle donne e delle giovani generazioni in merito ai fattori che posso determinare situazioni di violenza economica in una coppia.

I destinatari saranno, infatti, le giovani generazioni e gli adulti-chiave che operano a contatto con loro, i giornalisti e le persone che svolgono la loro attività nel mondo della comunicazione ed informazione.

Azioni da attuare

Il progetto prevede l’attuazione di tre tipologie di azioni. Prima di tutto si ricorrerà alla mappatura delle iniziative già esistenti, al fine di accrescere la rete già presente tra gli enti che si occupano di prevenire ed affrontare il fenomeno della violenza economica. Attività centrale per la riuscita del progetto sarà quindi comunicare la presenza del fenomeno, a cui si aggiungerà la realizzazione di un percorso di formazione e prevenzione attraverso l’educazione finanziaria, in particolare soffermandosi sulla gestione dei rapporti con gli istituti bancari, sull’accesso al credito e sui suoi rischi, sulla gestione del denaro e sulla facilitazione di empowerment economico.

Fondazione Well Fare sarà coinvolta in diverse fasi del progetto, in particolare nella prima ed ultima attività, rispettivamente in collaborazione con Comune di Pordenone ed IRES FVG e successivamente con VoceDonna Onlus.